130

IMG_6889

il profumo della tua pelle, il mio stesso profumo
la forma del pollice, identica alla mia
la piega che presero le tue labbra quando mettesti un tozzo di mollica in bocca, dicendomi che tua madre era morta
i ciclamini d’ottobre
l’imbarazzo di essere bassa e camminare sulle punte a piedi nudi
quel seno generoso, come il mio
lo sguardo stupito e pulito di fronte alle cose
quel modo semplice e giusto di stare nei tuoi giorni
l’amore ricambiato per quel cane geloso
e i tuoi silenzi, nel capire senza dire
la pazienza dell’attesa
sapere fare a meno
il tuo sogno romantico
il mio sogno romantico
la quiete del corpo che si spegne
il pudore del farsi toccare

amore muto
che passa tra le mani e la pelle
e attraversa
e cura
e resta

Advertisements
This entry was published on May 10, 2015 at 9:09 am and is filed under Uncategorized. Bookmark the permalink. Follow any comments here with the RSS feed for this post.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: