77

foto-40

Erigete i vostri steccati
fateli alti altissimi fino al cielo
misura della vostra paura
e se non basta
alzate lunghi muri e spessi
contornateli di filo spinato
dalle punte rosse di sangue
è la misura della vostra miseria
e se non basta
graziosi cavi a bassa carica
effervescenti al tocco
e canne nere eternamente puntate
nella mani di adolescenti dalle unghie smangiucchiate e tre peli di baffo timido sul labbro
questa è la misura della vostra solitudine
subita e poi cercata e poi perpetrata
serrate le orecchie
distogliete lo sguardo
chiudete i pugni
non c’è niente, di là
non c’è nessuno
non volti di donne al mercato a fare la spesa
non bambini in divisa saltellanti verso scuola
non un uomo spezzato senza casa
non un fratello umiliato al passaggio di confine
non c’è niente, di là
non c’è nessuno
non l’occasione di un incontro no
non il desiderio di libertà (lo stesso vostro desiderio)
no di certo una possibilità
di essere insieme
di salvarsi insieme
Quello che c’è
è il vuoto delle vostre ginocchia tremanti
di coscienze lavate nel terrore di un passato
che tutto giustifica, tutto ammette
e niente, niente perdona

Continueranno a sbocciare fiori di limone
a mettere radici profonde, che penetrano sotto la vostra stessa terra
Non si imbottiglia l’aria non si rinchiude
non tacciono, mai taceranno
il desiderio
il bisogno
il diritto

Quello che poteva essere un sussurro,
non può essere se non un grido.
Spalancherà le vostre orecchie
costringerà il vostro sguardo
aprirà i vostri pugni.
Condurrà nel territorio ignoto
dove si cammina nella nebbiosa fiducia
dove non si può prevedere l’esito di un passo
e tuttavia si procede
senza alternativa
perché altro modo non esiste
di essere
umani.

La misura

***

Erect your fences
make them high and higher up to the sky
size of your fear
and if it is not enough
raise long walls and thick
border them with barbed wires
their stings red in blood
size of your misery
and not enough
cozy low-tension ropes
sparkling when touched
and black barrels eternally pointed
in the hands of teenagers whose nails are bit, whose lips are topped with three shy hair
this is the size of your loneliness
suffered and then searched and perpetrated
close your ears
divert your eyes
tighten your fists
there’s nothing there, beyond
there’s none
not faces of women going to the market for shopping
not children in their uniforms jumping towards school
not a broken homeless man
not a brother humiliated at the border
there’s nothing there, beyond
there’s none
not the chance of an encounter, not
not the desire of freedom (the same desire of yours)
not, not for sure a possibility
to be together
to rescue each other
What is there
there’s the emptiness of you shaking knees
of an awareness washed by the terror of the past
that all justifies, all allows
and nothing, nothing forgives.

Lemons’ flowers will keep on blossoming
their roots deep penetrating below your own land
Air cannot be bottled nor locked
desire
need
right
don’t keep quiet and won’t

What could have been a whisper
it can’t be but a shout.
It will spread wide your ears
it will direct your eyes
it will open your fists.
It will lead in that unknown land
where one walks  in the foggy trust
where we cannot predict the outcome of a step
and nevertheless we go on
no alternative option
because there is no other way
to be humans.

The size

Advertisements
This entry was published on March 18, 2015 at 10:12 am. It’s filed under Uncategorized and tagged , . Bookmark the permalink. Follow any comments here with the RSS feed for this post.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: