43

Schermata 2015-02-12 alle 23.30.55

É successo quando l’atlantico
restituiva i cadaveri
avvolti nei fiori bianchi delle onde
e nell’odio incontrollato delle fiere
per il sangue rappreso della morte
Le spiagge si riempivano di corvi e di sciacalli
voracemente affamati di carni a brandelli, sulla sabbia.
Della terra bruciata dal terrore di secoli in catene
il paese che si diceva verde.
Quel paese che i bambini chiamano ancora verde speranza
è successo quando i corpi i corpi
s’imbevevano nel mare
di vergogna e di sale
Nelle acque sanguinanti di desideri
E di debolezza
fu allora che, negli occhi infocati,
ora il sangue,
ora la vita, ora la morte.
Abbiamo trionfalmente sepolto i nostri morti
E sulle tombe
Abbiamo reso onore al sacrificio degli uomini,
per l’amore
Per l’armonia,
Per la nostra liberta.
Anche davanti alla morte ora per ora
Nelle acque insanguinate
Anche nelle piccole sconfitte
subite per la vittoria
per noi la verde terra di San Tome
sara anche l’isola dell’amore.

Antonio Agostino Neto

Advertisements
This entry was published on February 12, 2015 at 11:31 pm. It’s filed under antonioneto and tagged . Bookmark the permalink. Follow any comments here with the RSS feed for this post.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: